Lady Steel


 
 

Un coltello in quanto tale può essere visto sotto vari aspetti pratici, a seconda dell'uso che se ne fa: un attrezzo da cucina, un utensile da lavoro, un'arma. Di base, il coltello, é uno strumento nato per tagliare. Poi sta a chi ne fa uso renderlo un oggetto utile o pericoloso!
Dal mio punto di vista, il coltello è un strumento utile, ma soprattutto bello.
Di fatto, ogni coltello artigianale é un'opera a se, indipendentemente da chi l'ha costruito: Maestro o semplice profano. Esso può rappresentare una storia (vedi Jeremiah) o semplicemente la sua storia.
Comunque un coltello é sempre unico perché, per un periodo più o meno lungo, ha impegnato l'autore nelle fasi di costruzione con le difficoltà, i momenti di sconforto (possono essercene) e i successi che portano poi l'opera a compimento.
Di ogni mio coltello ricordo la sua storia, alla quale é legato indissolubilmente.

Lady Steel rappresenta per me due aspetti contrastanti e contrapposti: la bellezza femminile e la durezza fredda dell'acciaio (Lady Steel)
Infatti, questo non sarà un coltello solo, con questo nome saranno realizzate una serie di lame, sempre di queste dimensioni o anche minori; con diversi tipi di manici e foderi.
Cercherò di dare a ogni coltello della serie: "Lady Steel" la sua personalità, ma anche un aspetto che lo possa far paragonare ad un gioiello.
Un gioiello da borsetta ....magari!..perché no?

Non che se una Signora gira con un Lady Steel nella borsetta debba per forza farne un uso pericoloso.
Si...coi tempi che corrono forse non sarebbe nemmeno del tutto deprecabile se lo usasse per difesa.
Immagino che se un'agente durante un controllo di polizia scoptrisse un Lady Steel fra gli oggetti personali di una avvenente Signora, possa provare un certo imbarazzo e...visto che la legge si applica e non si interpreta, si trovi poi costretto a sequestrarlo.
Mah.....non é poi cosi scontato comunque. Forse dipende molto dal contesto e dalla Signora o Signorina.

Meglio non inoltrarsi nei meandri della giurisprudenza in materia, lasciamo tale compito a chi ne é preposto.
Ripeto il concetto: io non vedo un coltello come strumento atto a offendere e provo disagio nel solo immaginarne tale uso.
Visto anche le raccapriccianti immagini propinate dai media sugli usi delle lame da parte di fanatici terroristi.

Lady Steel nasce solamente per essere paragonabile ad un gioiello: unico, ma anche utile e pratico nella vita di tutti i giorni punto e basta.



L'autore.




Caratteristiche:

Lunghezza totale:  150 mm
Larghezza:            23  mm
Spessore:             2.2 mm
lama:                   95  mm
Materiale lama:      Acciaio al carbonio legato.
Materiale guardia:  Acciaio Damasco
Manico:               Osso di cammello
Spaziatori:           Micarta Rosso intenso

 



 
Le varie fasi di lavorazione 


 
Dopo vari tentativi di mettere su carta l'idea di come potrebbe essere la forma del coltello e soddisfatti ...o quasi del risultato globale,
ritagliamo la dima in carta.
Successivamente identificato il tipo di acciaio, nel nostro caso un acciaio al carbonio leggermente legato, ne ritagliamo un pezzo delle dimensioni appropriate.
 
 
Una prima levigata ci mostra il livello di rugosità della piastra e quanto materiale dobbiamo ancora asportare in un secondo tempo
per renderene liscia la superficie che attualmente e di 2.5 mm di spessore.
 
Incolliamo la dima precedentemente tagliata sulla piastrina presagomata
 
 
......e iniziamo ad asportare il materiale in eccesso.
Ecco il risultato dopo la fase di sagomatura, tracciatura, foratura, preparazione dei perni e....naturalmente ..TEMPRA!!
 
Da qui non vi tedio con le successive immagini e descrizioni della lavorazione per il manico, per il bisello della lama e per la costruzione
del fodero. Questi argomenti li tratteremo nella descrizione delle prossime lame.
 


Qui sotto vediamo il nostro "Primo Lady Steel" finito.
Si notano le venature della guardia, essendo fatta in acciaio damasco.
Naturalmente la forma finale del coltello si differenzia un poco dalla sagoma iniziale...ma questo é normale: é la mano che impugna
l'occhio che vede che sanno dare la forma finale e il giusto equilibrio.

 




 
Eccolo nel suo insieme composto da fodero (coprilama) e coltello ..... non so a voi..ma a me piace.
Mi auguro solo che chi ne entrerà in possesso possa farne buono, ma soprattutto: sensato uso.